ORA SERVONO I FATTI !

Ad una settimana dal famigerato “Comitato sulla sicurezza cittadina” indetto dal prefetto con lo special guest Benevelli (presidente provinciale Anpi), ritenuto, a quanto pare, interlocutore di primaria importanza alla stregua di ruoli istituzionali, ecco che scoppia un vero problema di sicurezza, non che non esistessero già, specificatamente nel quartiere di Lunetta.
In realtà, la rissa che ha visto contrapposte due fazioni locali attive nello spaccio di stupefacenti, una di “nuove risorse italiane” e l’altra, purtroppo, nostrana, è solo la punta dell’iceberg dei problemi del quartiere virgiliano dove a pagarne le spese sono sempre gli onesti residenti mantovani. Le difficoltà di Lunetta si aggiungono agli enormi problemi di convivenza tra italiani ed extracomunitari e anche a Cittadella le cronache quotidiane di furti, scippi, prostituzione, spaccio e regolamenti di conti fra bande stanno rinchiudendo gli autoctoni nella paura; solo per citare due quartieri di Mantova e le problematiche connesse. Ci chiediamo come mai al sindaco interessino solo scaramucce nei pressi del centro storico, quando i veri problemi da risolvere sono soprattutto nelle periferie…? Ah già, Sting suona solo in centro storico. Ci chiediamo come mai il prefetto non abbia ancora organizzato un comitato sulla sicurezza straordinario per affrontare il problema e magari tentare di risolverlo. Ci chiediamo come mai il mondo politico ‘sinistrorso’ non abbia ancora condannato all’unanimità l’accaduto organizzando un aperitivo in centro a Lunetta. Ci chiediamo come mai l’Anpi, così coinvolta a livello cittadino sulle politiche concernenti la sicurezza, non abbia ancora stigmatizzato l’accaduto agitando spettri novecenteschi e sventolando presunte liste di proscrizione. Forse perché i reali problemi fanno meno notizia! Sarebbe invece opportuno trovare delle soluzioni prima che la situazione degeneri in altre violente manifestazioni di lotta per il territorio o che, per assurdo ma non così improbabile, queste due bande rivali arrivino a trovare un accordo, così da poter continuare indisturbati, e più forti, il loro sporco lavoro.
Progetto Nazionale Terre dei Gonzaga